Lactuca alpina

CICERBITA  ALPINA  o Lactuca alpina ( Fam.Asteraceae)  
E una delle piante più numerose con oltre 1.000 generi, il che vuol dire circa 20.000 specie. Viene chiamata  Lattuga alpina, radicchio dell’orso, fr. : lidric di mont. .    La si trova dalle alpi Cuneesi alle alpi Carniche, raramente negli  appennini   molto ricercata anche per questo vale la regola di non estinguerla , quelli che ci rimetteranno qualcosa saremo certamente noi umani poco attenti e dimentichi di quello che già è avvenuto …. Da non pensare che sia fra le migliori piante, si può  dire  che è una moda e senz’altro questo non le fa bene.  Fino agli anni 60/70 era raccolta se non altro per uso famigliare, poi si è sparsa la voce della sua bontà, fatto sta che addirittura in certe Regioni dell’Italia ne è vietata la raccolta e nelle restanti è regolamentata come da noi in Friuli che ne è consentita la raccolta nell’ordine di 1 kg. A persona . E di conseguenza  viene inclusa fra la flora protetta,da non dimenticare che il grande uso è fatto dalla ristorazione, e da coloro che la commerciano nei vasetti ( a caro prezzo ).Oggigiorno in diverse Province montane si cerca di coltivarla, naturalmente con moltissime difficoltà, visto il suo attecchimento difficile, speriamo che abbia successo ne gioverebbero tutti.
E una pianta perenne  un  po’  lattiginosa  effettivamente nei  tempi antichi era classificata come ( sonchus) . Spunta appena si scioglie la neve , se non adirittura bucarla, bisogna fare molta attenzione perché negli stessi punti spunta anche
( l’Acconito napello )  MORTALE   pianta  molto pericolosa alla  nascita se non si è esperti la si può confondere. Ha  un fusto eretto, ed arriva anche ai due metri, con dei  fiori azzurro/violetto raccolti in una specie di pannocchia e sono Ermafroditi l’impollinazione la fanno le api e le farfalle, Predilige i boschi umidi dai 1300 m. ai 2000 m. di altitudine,raramente arriva ai 2.200 m. non sta nella boscaglia fitta,  ma rada oppure  ai bordi sulle zone ripide.  E una pianta simbionte non cresce sotto qualunque pianta, ed in effetti la Cicerbita vive (vicino) l’Ontano (Alnus viridis) che predilige i terreni poveri ma umidi, questa pianta è un buon colonizzatore dei canaloni in alta quota,ed arricchisce il terreno con azoto che viene poi assimilato dalla Cicerbita ed altre piantine di alta quota.
Ha delle proprietà diuretiche, depurative e sembra anche immuno-stimolanti .


Lactuca alpina
Lactuca alpina o Cicerbita alpina


Veratro e Lactuca

          Veratro ( Mortale )           e Lactuca