Lo Statuto ed il Regolamento

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE "Micologia e Botanica Udinese"


Art. 1. - E' costituita una associazione denominata "Micologia e Botanica Udinese", di seguito “Associazione”. La variazione della sede legale non costituisce modifica allo Statuto. L’Associazione potrà disporre di locali diversi dalla sede legale per svolgere la propria attività. E’ un’associazione libera di fatto, apolitica, apartitica, senza appartenenze sindacali o religiose, con durata illimitata. L’Associazione deve considerarsi, ai fini fiscali, ente non commerciale. Si esclude l'esercizio di qualsiasi attività commerciale che non sia svolta in maniera marginale e comunque ausiliaria, secondaria o strumentale al perseguimento dello scopo istituzionale. La stessa si propone di svolgere la propria attività nei confronti degli associati e di terzi in assoluta osservanza della dignità, della libertà e del rispetto delle persone e delle loro convinzioni. L’Associazione è regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del Codice Civile, dal presente Statuto e dal Regolamento.

Art. 2 – Scopi: l’Associazione si propone l’osservazione, lo studio, l’approfondimento, la consapevolezza, la divulgazione della biodiversità tramite:
a) lo scambio di conoscenze, idee ed esperienze tra i Soci.
b) la collaborazione con collettività, enti, scuole, istituzioni, altre associazioni.
L’Associazione allo scopo di meglio raggiungere i suoi fini può affiliarsi, convenzionarsi o collaborare con tutte le realtà nazionali ed estere che perseguano i suoi stessi fini.

ART. 3 – Attività: l’Associazione, per il raggiungimento dei suoi fini intende promuovere varie attività, tra cui:
a) attività culturali per i Soci: incontri periodici e costanti di studio e scambio di conoscenze.
b) attività divulgative pubbliche: conferenze, dibattiti, seminari, mostre, incontri anche presso enti, scuole, collettività, istituzioni, ditte.
c) attività collaborative: interazioni con altre associazioni e federazioni.
d) attività di formazione: lezioni, corsi, lavori di gruppo, conferenze, escursioni.
e) attività editoriali: pubblicazione, su supporti cartacei, informatici e via Internet, di bollettini, monografie, studi, ricerche, corsi, relazioni delle attività svolte.
f) attività ricreative: sagre e feste di quartiere, limitatamente agli scopi dell’art. 2.
L’Associazione può stabilire delle sedi periferiche regolate integralmente dal presente Statuto e dal Regolamento e di cui ne condividono integralmente lo spirito e le regole. La decisione deve essere ratificata dall’Assemblea.

Art. 4 – Responsabilità: l’Associazione non risponde di eventuali furti, ritardi, smarrimenti, incidenti o danneggiamenti a persone, animali e cose, che dovessero intervenire durante le gite, le mostre, le riunioni od altre manifestazioni organizzate dalla stessa, sia in proprio che in collaborazione con altre Associazioni. Vengono inoltre sollevati da ogni e qualsiasi responsabilità gli esperti di cui l’Associazione si avvale per le proprie attività e manifestazioni.

Art. 5 – I Soci: l'Associazione è aperta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividono lo spirito e gli ideali ed accettano di collaborare fattivamente alla realizzazione delle attività di cui all’art. 3. Tutti i Soci ordinari e sostenitori, di cui ai commi a) e b) seguenti, per essere ammessi la prima volta, necessitano dell’assenso scritto di almeno due membri del Consiglio Direttivo.
a) Soci Ordinari (di seguito “Soci”): qualunque persona fisica o giuridica che liberamente si iscrive all’Associazione tramite pagamento di una quota Sociale. l’iscrizione di un Socio minorenne deve essere richiesta in forma scritta da un genitore o chi ne fa le veci, indirizzata al Consiglio Direttivo.
b) Soci Sostenitori: qualunque persona fisica o giuridica che, per liberalità, versa un contributo ragionevolmente eccedente la quota richiesta al Socio ordinario. Hanno comunque gli stessi diritti e doveri di un Socio ordinario.
c) Soci Onorari: persone, enti, istituzioni o ditte che abbiano contribuito in maniera determinante, con la loro opera od il loro sostegno ideale, ovvero economico, alla costituzione e al mantenimento dell'Associazione. La nomina o la revoca sono proposte dal Consiglio Direttivo e ratificate dall’Assemblea; possono essere consultati dagli organi dell’Associazione e partecipare alle assemblee, ma senza diritto di voto e di elezione. Sono esonerati dal versamento obbligatorio di ogni quota o contributo. Partecipano alle assemblee ma senza diritto di voto. Tutti i Soci, ordinari, sostenitori ed onorari, svolgono la propria attività su base spontanea e volontaria: non è previsto alcun compenso od onorario in nessuna forma.

Art. 6 – I diritti dei Soci:
a) I Soci maggiorenni hanno diritto di partecipazione alle assemblee ordinarie o straordinarie con diritto di voto, purché in ogni modo non morosi al momento del voto.
b) Candidarsi ed essere eletti negli organi dell’Associazione.
c) Partecipare a tutte le attività promosse dall’Associazione.
d) Consultare e far uso, non personale e/o lucrativo, del materiale didattico e tecnologico di proprietà dell’Associazione.
e) Proporre progetti ed iniziative da sottoporre al Consiglio Direttivo.
f) Essere informati di ogni atto e decisione presi dagli organi dell’Associazione.
g) Consultare l’elenco nominativo degli associati, ma senza accesso ai loro dati personali (recapito, telefono, mail, pagina 2 di 4 ecc.).

Art. 7 – I doveri dei Soci:
a) Tutti i Soci devono partecipare attivamente alle attività dell’Associazione in proporzione alle proprie peculiarità e specializzazioni; si esclude la temporaneità della partecipazione.
b) La partecipazione deve essere conforme agli scopi di cui all’art. 2 ed alle direttive del Consiglio.
c) Ogni Socio ha il dovere di proporre innovazioni od iniziative atte al raggiungimento degli scopi Sociali.
d) Il Socio ha il dovere di partecipare alle assemblee.
e) Il Socio deve versare nei tempi e nei modi stabiliti la quota di Associazione o eventuali contributi straordinari.

Art. 8 – La quota associativa: ogni Socio è tenuto al pagamento della quota associativa.
a) L’importo della quota associativa è stabilito dall’Assemblea.
b) La quota sociale è valida per il periodo cui si riferisce, non è frazionabile, rimborsabile, trasferibile, rivalutabile.

Art. 9 – Esclusione dei Soci: la perdita della qualifica di Socio non dà diritto a rimborsi o risarcimenti ed avviene per:
a) Decesso.
b) Dimissioni; le dimissioni devono essere indirizzate in forma scritta al Consiglio Direttivo, sono immediate ed irrevocabili.
c) Morosità; cioè per il mancato versamento della quota Sociale o di altri contributi.
d) Espulsione; il Consiglio Direttivo decide, visto il parere obbligatorio dei Probiviri, sull’espulsione motivata di un Socio per disinteresse all’attività dell’Associazione, indipendente da seri motivi personali, o per gravi operazioni fatte in contrasto con le finalità e gli scopi dell’Associazione stessa. Contro il provvedimento può essere fatto ricorso scritto, entro quindici giorni, al Consiglio Direttivo che deciderà in via definitiva entro trenta giorni. Il Socio escluso, se rivestiva cariche Sociali, va sostituito immediatamente.