Lo Statuto ed il Regolamento - Il Regolamento

 

REGOLAMENTO DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE
"Micologia e Botanica Udinese"

 

Art. 1 - Le norme del presente Regolamento integrano ed interpretano l’applicazione pratica dello Statuto Sociale e specificano i compiti e le mansioni degli organi dell’Associazione. Il Regolamento è modificabile dall’Assemblea a maggioranza semplice dei presenti. 

Art. 2 - Diritti dei Soci: ad integrazione di quanto stabilito dall’art. 6 dello Statuto,
a) ogni Socio, all’atto dell’iscrizione, può richiedere, gratuitamente, copia del Regolamento e dello Statuto.
b) un Socio può richiedere, con motivazione scritta al Consiglio Direttivo, di prendere visione, ma non possesso, nemmeno temporaneo, di ogni documento inerente l’Associazione, in tempi congrui. Il Consiglio decide valutando la pertinenza, l’opportunità e la rilevanza della richiesta. Eventuali spese conseguenti saranno a carico del richiedente. 

Art. 3 - Doveri dei Soci: ad integrazione di quanto stabilito dall’art. 7 dello Statuto, nessun Socio può coinvolgere l’Associazione usandone il nome, il logo, le credenziali o il frutto di attività per scopi personali, gratuiti od onerosi; può, però, richiedere eventuale consenso scritto al Consiglio Direttivo indicandone dettagliatamente le motivazioni, le attività ed i tempi. L’eventuale autorizzazione non è mai permanente e va sempre nuovamente richiesta.

Art. 4 - Norme elettorali assembleari: ciascun Socio che ne abbia le caratteristiche può candidarsi alle cariche Sociali impegnandosi a svolgere fattivamente e diligentemente il compito per cui si candida. In un periodo che va tra i quindici e gli otto giorni precedenti la convocazione dell’assemblea può iscriversi ad una o più delle liste che saranno predisposte dal Consiglio Direttivo, ovvero: lista del Consiglio Direttivo, dei Revisori dei conti e dei Probiviri.
La scheda elettorale, autenticata dal timbro dell’Associazione, riporta, nell’ordine, le tre liste e, per ciascuna, i cognomi e nomi dei candidati, in ordine alfabetico.
Ogni votante ha diritto ad una scheda, più una per ogni delega in suo possesso.
La preferenza si esprime contrassegnando uno o più candidati.
Qualora, alla votazione, una o più liste non raggiunga il numero minimo di candidati previsti dall’organo cui si riferisce, i mancanti verranno eletti mediante estrazione a sorte tra i presenti non candidati o fra i deleganti aventi diritto.
Le operazioni di voto sono curate dal Presidente, dal Segretario e dai Probiviri; in caso di assenze sono sostituiti da soci volontari.
Lo scrutinio inizia al termine delle votazioni ed i risultati vengono resi noti ai presenti.

Art. 5 - Versamenti occasionali: l’assemblea, su proposta motivata del Consiglio, eventualmente delibera il versamento individuale, supplementare ed occasionale, di modeste somme rese necessarie per particolari esigenze come, ad esempio, l’acquisto di apparecchiature tecnologiche o strumentazioni o spese impreviste ed imprevedibili; tale richiesta è consentita solo qualora l’Associazione non disponga già dei fondi necessari; i versamenti occasionali non sono dovuti dai Soci minorenni senza diritto di voto, né dai Soci onorari. Se il fine per il quale è stata richiesta la somma occasionale non viene raggiunto il Socio ha diritto al rimborso di quanto versato, senza rivalutazione od interessi.

Art. 6 - Spese e rimborsi: l’attività dei Soci è a titolo gratuito. L’assemblea può deliberare una somma minima, oltre la quale il Socio ha diritto ad un rimborso per le spese cumulative di un anno, purché esse siano state autorizzate a verbale dal Consiglio Direttivo e di cui il Socio fornisca ampia documentazione da mettere agli atti. Non sono ammesse in ogni caso richieste di rimborso generiche o per scopi non attinenti l’Attività associativa o non autorizzate espressamente.

Art. 7 - Morosità: si considera moroso un Socio che non ha versato la quota Sociale od altri contributi occasionali entro trenta giorni dall’insorgere dell’obbligo.

Art. 8 - Esclusione dei Soci: oltre a quanto stabilito all’art. 9 dello Statuto, il Socio escluso non può riassociarsi nel medesimo anno Sociale.

Art. 9 - Diritto di voto: hanno diritto di voto, nell’assemblea ordinaria o straordinaria, tutti i Soci maggiorenni, già iscritti in anni precedenti; se trattasi di nuovi Soci, devono risultare anche iscritti da almeno venti giorni prima della data di convocazione. Ogni Socio ha diritto ad un voto. Sono ammesse due deleghe scritte per ogni Socio presente e che abbia diritto al voto.