Resoconto " La malattia di Lyme e le co-infezioni"

Come da programma, il giorno 05 giugno 2019, si è concluso  il ciclo di incontri informativi sull'ambiente, denominato i " COLORI DELLA NATURA", promossi dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Udine e realizzati dall'Associazione "Micologia e Botanica Udinese". Il quinto ed ultimo incontro dal tema " La malattia di Lyme e le co-infezioni " è stato tenuto dal Prof. Maurizio Ruscio Direttore del Dipartimento di Medicina di laboratorio – Azienda Sanitaria Università di Trieste, ed ha avuto una notevole partecipazione di pubblico, infatti  le persone che hanno seguito l’incontro sono state circa 90.

Ruscio 1 2019  Ruscio 2 2019
Ruscio 3 2019
Ruscio 4 2019
L’argomento trattato dal Prof. ha suscitato nei molti presenti tantissimo interesse in quanto il problema di eventuali morsi di zecche è molto diffuso nei presenti poiché la maggior parte dei presenti è potenzialmente a rischio dato che sono persone che  frequentano abitualmente boschi ad altri ambienti naturali per la ricerca sia di erbe nonché di funghi.
 A fine incontro, i molti presenti hanno rivolto molte domande al Professore che ha sempre spiegato nel modo più chiaro possibile sia i rischi , le conseguenze e le eventuali cure che un morso di zecca possa avere sull’essere umano, nonché le precauzioni da adottare. e nel malaugurato caso si venga morso. Nello sfortunato caso si venga morso da una zecca, le probabili malattie trasmesse sono:
• Il Morbo di Lyme  è un’infezione batterica che colpisce soprattutto la pelle, le articolazioni del sistema nervoso coinvolgendo a volte l’occhio. L’infezione si evolve a stadi con una mirata cura antibiotica ma a volte può avere un decorso cronico.
• La Meningoecefalite  o TBE è una malattia di natura virale che colpisce principalmente il sistema nervoso, provocando febbre e disturbi di tipo influenzale, essa può avere un decorso potenzialmente grave che in alcuni casi, può portare anche alla morte. Purtroppo contrariamente al Morbo di Lyme che si cura con specifici antibiotici, nel caso della TBE non esistono terapie specifiche, l’unica cosa per prevenire la malattia è una profilassi vaccinale, che una volta fatta, darà una copertura per circa una decina di anni.
A fine serata c’è stato un calorosissimo applauso di ringraziamento al Prof. Maurizio Ruscio da parte di tutto il pubblico presente.