• Stampa

Domenica, 04 marzo 2012

Messaggero Veneto

 

Funghi ed erbe senza misteri a Cussignacco

IL DIRETTIVO La prima assemblea degli iscritti all’associazione “Micologia e botanica udinese” ha conferito anche le altre cariche direttive. Accanto al presidente sono stati confermati Vincenzo Gomma, come segretario, e i consiglieri Giuseppe Cigagna e Lucio Pecile, cui si è aggiunto il nuovo ingresso di Valentino Verona. Prima elezione, invece, per il collegio dei probiviri che è composto da Ennio Furlan, Tiziana Rizzi e Sergio Costantini. È fresco di nomina anche il collegio dei revisori dei conti, nelle cui fila siederanno Maurizio Pittioni, Gianpaolo Pascolo e Giuliano Della Siega. I nuovi eletti proseguiranno nel solco già tracciato per favorire la conoscenza e il rispetto della natura. Agli appuntamenti in calendario si aggiungeranno nuove iniziative. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.micologiaebotanica.it. (a.m.)

Conferenze e incontri di studio, uscite sul territorio per individuare piante e frutti spontanei di stagione, corsi, mostre di funghi e di erbe officinali. L’agenda dell’associazione “Micologia e botanica udinese” per il 2012 presenta un fitto e interessante programma di attività e iniziative che si è aperto innanzitutto con l’elezione del consiglio direttivo. Nicolò Franzutti è stato confermato presidente del sodalizio che ha mosso i primi passi appena nell’ottobre scorso arricchendo l’offerta culturale a Cussignacco. Un’associazione “neonata”, dunque, ma che si fonda sull’esperienza maturata sul campo e sulla passione dei suoi finora 33 aderenti, udinesi e di comuni confinanti. In pochi mesi è stata creata una struttura solida ed estremamente propositiva e si guarda già al futuro, coltivando anche qualche sogno nel cassetto. «L’interesse per la natura ci ha uniti e spinto ad approfondire lo studio, scambiandoci le conoscenze in un clima di amicizia. Tra noi ci sono sia esperti sia appassionati e neofiti. Siamo aperti, perciò, ad accogliere chiunque voglia partecipare e in particolare i giovani», spiega Franzutti. Attraverso lo stelo delle “erbette” e dei funghi nei prati e lungo i sentieri passa un messaggio di rispetto per l’ambiente naturale e umano. «Insegnando a conoscere le piante e il loro uso promuoviamo l’attenzione e la cura dell’ecosistema, oltre alla salute dei raccoglitori. Recuperiamo anche quel sapere patrimonio dei nostri nonni che si è andato perdendo con il tempo». Ogni primo e terzo mercoledì del mese il sodalizio propone, quindi, incontri serali (aperti anche al pubblico), nella sede della 5ª circoscrizione, in via Veneto 164. Il calendario include anche una serie di uscite durante l’anno, per individuare le specie di funghi e di vegetali spontanei. La prima serata informativa nella sala polifunzionale della 5ª circoscrizione parte già domani, alle 18. Sergio Costantini presenterà un video didattico sulle geofite, piante che fioriscono in primavera. La prima uscita all’aperto è prevista il 22 aprile e avrà come meta Chialminis. Seguirà il 23 aprile un incontro con lo chef Ennio Furlan sulle erbe commestibili e non. Agli inizi di giugno si svolgerà la conferenza pubblica Le piante ornamentali delle aree verdi del comune di Udine, mentre il 24 giugno si andrà a Tribil per riconoscere i funghi, che nascono nelle valli del Natisone. L’attività del gruppo micologico e botanico culminerà il 7 ottobre con l’allestimento della mostra micologica Colori della natura: funghi, fiori e frutti, che il gruppo organizza per il terzo anno in piazza Giovanni XXIII a Cussignacco. «È un appuntamento a cui teniamo particolarmente, perché è una delle poche mostre che si svolge all’aperto – osserva Franzutti -. Accompagniamo i visitatori tra gli stand spiegando loro le caratteristiche degli esemplari esposti». Ma uno dei sogni nel cassetto? «Riuscire a portare la mostra a Friuli Doc, vetrina ideale per temi così “tipicamente friulani”», concordano Franzutti e il segretario dell’associazione Vincenzo Gomma.

Aurora Malta ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo originale